Idolo arnesano

Idolo in pietra con volto a civetta (cd. di Arnesano). Inv. 134024

Arnesano (LE), 1968. 4300-4000 a.C. circa.

II piano, sala II, vetrina 5, 1.1


Modello stampato in 3D dell'Idolo arnesano; materiale: PLA

Nel 1968, ad Arnesano, durante i lavori di scavo di un pozzo, venne intercettata una tomba a grotticella, dotata di un pozzetto e di una piccola camera a volta chiusa da un lastrone. La tomba conteneva uno scheletro inumato in posizione rannicchiata. Facevano parte del corredo funerario alcuni vasi decorati nello stile tipico della fase recente del Neolitico dell’Italia meridionale (4500-4000 a.C. circa), noto come Diana-Bellavista, insieme a un idoletto in pietra, un reperto piuttosto raro nelle manifestazioni artistiche del Neolitico italiano.


L’idoletto presenta solo la testa scolpita, con le arcate sopracciliari e il naso realizzati secondo uno schema semplice definito a T (il cosiddetto “volto a civetta”).


L’idoletto, insieme ad altre categorie di manufatti come ad esempio le statuine antropomorfe, gli elementi zoomorfi e antropomorfi stilizzati impressi, dipinti o graffiti su vasi, i vasi zoomorfi e le pintadere, documenta gli aspetti ideologici propri delle società neolitiche.


154 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Idolo